Archivio Mele

L'archivio Mele conserva la storia di una famiglia borghese di imprenditori e documenta le memorie di un’epoca passata, attraverso immagini e fotografie, manifesti pubblicitari, gadget, corrispondenza con gli artisti e intellettuali dell'epoca.

Si tratta di un prezioso ed ampio patrimonio, che raccoglie la genesi dei Magazzini Italiani e che è custodito a partire dal 1889, anno di fondazione dei grandi Magazzini Mele.

Questa ricca fonte che narra attraverso parole e immagini del tempo che fu, è di un valore storico-culturale inestimabile.
 L'archivio Mele, recentemente ordinato dal funzionario della  Soprintendenza Archivistica e Bibliografica della Campania Maria Antonietta Taglialatela, dichiarato di  interesse storico particolarmente importante  il 16 luglio 2018, ha riportato alla luce un'importante ed inedita documentazione, ha sede presso i locali della Fondazione Mele nel palazzo della Borghesia in Via San Carlo, a beneficio degli studiosi e degli storici di questo vivace periodo per la regione Campania.

L'archivio è stato inventariato per dare ai documenti la loro disposizione definitiva, quindi catalogato, per essere meglio accessibile e di più semplice consultazione che è la finalità stessa per cui l'archivio viene conservato.