Gli amici intellettuali

Emiddio ed Alfonso Mele puntavano moltissimo sulla pubblicità cartellonistica, senza però mai trascurare la pubblicità giornalistica. Il Mattino, allora diretto da Eduardo Scarfoglio, ne era il giornale preferito e sul quale, i due fratelli ambivano a conquistare uno spazio sempre maggiore, seguito poi dal Giorno, il quotidiano fondato da Matilde Serao.