Mostre

Villa Pignatelli / 22 ottobre - 30 novembre 1988

I manifesti che furono esposti al Museo Pignatelli di Napoli dal 22 ottobre al 30 novembre 1988, provenivano in parte dalla raccolta del Museo Civico di Treviso che in seguito ha ospitato la mostra, e in parte dalla raccolta degli eredi Mele, che hanno disposto la donazione al Museo di Capodimonte di ben 32 prestigiosi manifesti.

La mostra ha costituito un documento di gusto e di costume e si colloca nel filone delle iniziative che tendono a promuovere l’attenzione e l’interesse dell’opinione pubblica e di quanti hanno visitato la città, concorrendo a dare un’immagine di una Napoli operosa e creativa, spesso originale anticipatrice di tendenze come nel caso della cartellonistica pubblicitaria.

Museo di Capodimonte / esposizione permanente

Dopo l’esposizione della collezione dei Manifesti Mele al Museo Pignatelli di Napoli (1988), Anna Maria e Giuseppe Mele, discendenti diretti dei due fondatori, in quello stesso anno, donarono allo Stato italiano trentadue tra i soggetti più belli estratti dai centottanta della collezione Mele completa. Volendo assicurare, alle future generazioni la godibilità artistica dei manifesti.

reggia di capodimonte

La sensibilità culturale della Soprintendenza speciale per il patrimonio storico, artistico ed etnoantropologico e per il Polo museale della città di Napoli, consente oggi al grande pubblico di ammirare gli splendidi manifesti nella loro veste originale, nella sezione espositiva permanente allestita nelle sale del Museo di Capodimonte.
L’esposizione promossa dalla Soprintendenza al Polo Museale della città di Napoli, che ha offerto le Opere e le Sale del Museo di Capodimonte, è interamente realizzata con risorse professionali e finanziarie messe a disposizione dalla Fondazione Mele.

Reggia Museo di Capodimonte - foto Goldenancy tratta da Wikipedia